chi siamoil problemala nostra posizioneun po' di storia

 
 
NEWS
DOMANDE E RISPOSTE
OPUSCOLO

INIZIATIVE

ISTANZE
PETIZIONE
SCRIVICI
IL PUNTO DELLA SITUAZIONE
DOCUMENTI
MAILING LIST
RIFIUTO SPECIALE

 

 

Focus
LA SENTENZA del processo a Etta Ragusa - PIANO PROVINCIALE RIFIUTI, osservazioni del Comitato

 E' stata pubblicata in questi giorni la sentenza del processo a Etta Ragusa coordinatrice di Vigiliamo. Avviato nel 2007 dopo una querela di Ecolevante spa, il processo si è concluso con l'assoluzione perchè "il fatto non sussiste". Video ultima udienza  http://tuttoilresto-noia.blogspot.com/2010/02/il-giorno-dellassoluzione-di-etta.html PIANO PROVINCIALE RIFIUTI: osservazioni del Comitato - assente programma per recupero, reimpiego...-l ettura del tutto erronea della disciplina relativa alla prevenzione del bird strike -assurda la possibilità di  consentire “ampliamenti” di discariche già esistenti, e di gassificatori a meno di 13 KM da aeroporto...  

17 Dec 2009
 
News
 
PIANO REGIONALE GESTIONE RIFIUTI, Vigiliamo presenta le sue osservazioni
- Il Piano Regionale dei Rifiuti non chiude il ciclo dei rifiuti in modo virtuoso perché punta all’incenerimento piuttosto che alla riduzione, riuso, riciclo
- Il maggior numero di inceneritori porterà le ceneri residue ad essere smaltite nelle discariche per rifiuti speciali presenti nella regione e costituirà alibi per ulteriori discariche e ampliamenti
- Senza i presupposti di riduzione, riuso, riciclo dei rifiuti da effettuarsi in Puglia in impianti pubblici e non privati, la stessa raccolta differenziata continuerebbe a costituire una occasione, o forse un alibi, perché altre regioni in difficoltà vengano a portare in Puglia i rifiuti urbani, come sta avvenendo per l’Ama di Roma
- Il compostaggio anaerobico di cui si parla nel Piano regionale, poiché incide negativamente sulla qualità del compost finale, di solito non buona, rischia di dover essere comunque smaltito in discarica
- I pochi e grandi impianti di compostaggio previsti, invece di una distribuzione di piccoli impianti su tutto il territorio, è prevedibile che non solo possano creare problemi in caso di malfunzionamento, ma possano anche provocare emissioni odorigene concentrate in grandi quantità
- Il previsto mantenimento dell’ATO unico non si può assolutamente accettare, perché i rifiuti subirebbero lunghi viaggi fuori dalle province di produzione per arrivare a smaltimento, con aggravio dei costi e maggior inquinamento.
27 Jul 2018
Che si fa se arrivano nelle discariche del tarantino i rifiuti urbani di Roma ?
nota pubblicata su Eredità Discarica fb14 maggio 2018
Puntuale, dopo che la Provincia ha autorizzato gli ampliamenti delle discariche Italcave ed ex Ecolevante e mentre si teme che la Regione autorizzi il sopralzo della discarica di Massafra, ecco che arriva dall’Ama di Roma, la municipalizzata che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti della capitale, la richiesta “di attivare un accordo temporaneo con la Regione Puglia per il trattamento delle eccedenze di produzione”.
15 May 2018
RIFLESSIONE DI VIGILIAMO
nota pubblicata su Eredità Discarica fb 4 maggio 2018
Mentre imperversano autorizzazioni per ampliamenti, raddoppi e nuovi impianti di rifiuti, il ruolo dei Comitati resta fondamentale per arginare lo scempio
della Provincia jonica e per richiamare ai valori del bene comune gli amministratori
15 May 2018
1 MAGGIO A TARANTO documento dei COMITATI JONICI
1 Maggio a Taranto
Si riporta Il documento redatto da COMITATI RIFIUTI PROVINCIA DI TARANTO e presentato la mattina della manifestazione.
07 May 2018
In Evidenza
 
la proposta di legge popolare con gli emendamenti condivisi dal comitato
la sentenza del Consiglio di stato
La sentenza del Tar Lecce: no al terzo lotto
La sentenza del Tar Lecce: occorrono le garanzie finanziarie
La proposta di legge popolare sulla regolamentazione dei rifiuti speciali in Puglia
 
Approfondimenti